Grande successo del festival “Dallo Stornello al rap”

Vittoria del progetto DALLO STORNELLO AL RAP, il 20 Novembre all’Auditorium Parco della Musica in sala Sinopoli.  Bella l’iniziativa creata da Elena Bonelli per i giovani cantautori e videomakers romani. Teatro gremito nonostante la paura dell’Isis, che sta determinando un grosso  calo di pubblico in tutti i teatri.  Parterre davvero eterogeneo che univa varie generazioni dai 3 anni agli 80 anni. L’attrice e cantante Elena Bonelli ha condotto da vera padrona di casa il cast composto da 25 artisti, tra cui grandi nomi della canzone classica romana come Giorgio Onorato che ha fatto sentire la sua voce potente e ha addirittura improvvisato con il rapper romano G-Max un duetto davvero sensazionale. I Flaminio Maphia, che hanno offerto vivaci e simpaticissimi momenti di rap, un Amedeo Minghi  in forma più che mai che ha regalato la sua bellissima canzone romana “Fijio mio” ed un eccezionale Cesare Rascel che ha coinvolto la platea con il gran finale “Arrivederci Roma” di suo padre Renato.

image010

I finalisti Stefano Natale, Giuliano Crupi, il duo Gabriele Colicchio e Cristian GrignaniEdoardo BasileStefano Bernardi, hanno dato alla serata le loro fresche canzoni su Roma. Tra questi i premi di 1000, 2000 e 3000 euro sono andati ai tre vincitori: Cranio Randagio con “Mamma Roma addio” (primo posto), anche tra i finalisti della  nona edizione di XFactor, Emilio Stella con “La gattara” (secondo posto) e il videomaker Ludovico Boccianti con “Roma odia” (terzo posto).

 

Elena Bonelli che ha tenuto il ritmo della Kermesse, ha incuriosito la platea con pillole di storia sulla canzone romana, paragonando l’odierno rap e lo stornello di una volta e spiegando la grande attinenza tra i due stili apparentemente diversi. La commistione è stato un esperimento riuscitissimo che ha convinto il pubblico in sala.

image015Amedeo Minghi in veste di “Presidente della giuria” ha consegnato il premio ai tre finalisti della serata accolti da applausi scroscianti, continui senza alti e bassi ed hanno esibito con grande professionalità  le loro belle canzoni. In sala anche il comitato composto da prestigiosi nomi della discografia, dell’editoria, della musica, del cinema e della stampa musicale tra cui Carla Vistarini, celebre autrice di meravigliosi brani romani, Cesare RascelDario SalvatoriFerdinando BideriRenato MarengoPaolo Zefferi. Motore portante, ideatrice e mecenate della manifestazione l’attrice e cantante Elena Bonelli, che con un elegante abito creato da Alberta Ferretti, ha interagito con ironia e spigliatezza con i ragazzi e gli ospiti, lasciando a loro la scena. Gino Landi alla regia articolata, fresca e gioiosa ha come sempre dato prova della sua grande maestria ed eleganza.

Tra gli ospiti in sala: l’Ambasciatore Egitto S.E. AMR Mostafa Kamal Helmy, l’Ambasciatore dell’Oman Ahmed Bin Salim Bin Mohammed, l’Ambasciatore dell’Iraq Saywan Sabir Mustafa Barzani, l’Ambasciatore dell’Indonesia August Parengkuan e l’Ambasciatore del Pakistan  Nadeem Riyaz. Inoltre hanno preso parte all’evento Renato Balestra, Franca Fendi, i volti del Tg Roberta Ammendola e Maria Leitner e Giulio ZumsteinGiancarlo Paola CremonesiLando  Buzzanca, la produttrice Sandra Infascelli, il regista Sandro Giùpponi, Gianni Quaranta (Assessore alla Cultura e Premio Oscar), il maestro Gerardo di Lella, i costruttori Claudio e Adriano Cerasi e Roberto Mezzaroma e il regista Gino Landi.

Elena Bonelli sarà anche protagonista del Festival della Canzone Romana che si terrà al Teatro Olimpico lunedi 30 novembre alle ore 21.