“La ragazza in bicicletta”

2 e 3 aprile - Napoli est Teatro

la ragazza in biciclettaSceneggiatura di Ciro D’Alessio

Regia di Luciano Romanello

con

Francesco Ace Acernese, Noemi Muoio, Nunzia Piccolo, Raffaele Russo, Stefano Esposito

Ispirato all’omonimo romanzo di Cinzia Vaccari, “La ragazza in bicicletta” è una promettente traduzione teatrale di una delle più spregevoli tematiche sociali, ma, allo stesso tempo, forse la più tristemente attuale: il femminicidio.

La vita di Bianca è messa all’angolo da un amore malato, quello di Franco, vile prevaricatore che trova nella violenza lo strumento privilegiato di annientamento assoluto della moglie.

La spersonalizzazione fisica e sentimentale di Bianca procede tra velate richieste di aiuto, mai percepite dai genitori della donna, e, al contrario, intuite e comprese a poco a poco dall’amica Anna, e piccoli tentativi di recupero di una parvenza di serenità, grazie all’interesse mostrato da un collega, Dario, contraltare maschile di Franco.

Quella della “ragazza in bicicletta” è una storia densa di pathos e drammaticità, il cosiddetto “fiato sospeso” che trasmette il traboccante vigore dei sentimenti e il loro potenziale, spesso distruttivo.

La compagnia, nata a Napoli nel 2010, ha scelto di usare il teatro come mezzo di denuncia sociale per raccontare storie e drammi del nostro tempo, rinnovando sempre i testi con cui si confronta, mescolando scrittura e recitazione a musica e espressione corporea.

Lo spettacolo è stato presentato in conferenza stampa lo scorso 16 marzo presso la Sala Nassirya di Palazzo Madama, alla presenza della Vicepresidente del Senato, Valeria Fideli, e dei Senatori Stefano Vaccari e Rosaria Capacchione.

Nest

via Bernardino Martirano 17, 80146, Napoli