Una seconda piena settimana per “Brividi d’Estate 2017”

Tre spettacoli in scena e il primo appuntamento con la nuova Cena con Delitto - Da martedì 4 luglio 2017, Real Orto Botanico di Napoli

Proseguono gli appuntamenti di teatro e letteratura nell’affascinante cornice del Real Orto Botanico di Napoli, che continua ad essere il ‘palcoscenico’ naturale per la rassegna Brividi d’Estate 2017, un’idea di Annamaria Russo, sostenuta dalla sensibilità e la collaborazione dell’Università Federico II di Napoli, che gestisce il parco, e con il patrocinio del Comune di Napoli.

Quattro appuntamenti per la seconda settimana di programmazione della rassegna fino a lunedì 10 luglio 2017, con ben tre spettacoli in scena e il nuovo format de La Cena con Delitto, che continueranno a regalare brividi, fascino e grandi emozioni.

Dop lo spettacolo Inviti superflui di Dino Buzzati che ha visto in scena Paolo Cresta e Rocco Zaccagnini, mercoledì 5 e giovedì 6 luglio toccherà a La scomparsa di Patò di Andrea Camilleri con Andrea de Rosa, Renato De Simone, Fabio Rossi, per la regia di Paolo Cresta.

In scena uno dei testi più geniali di Andrea Camilleri, da uno spunto di Leonardo Sciascia un giallo perfetto, esilarante sorprendente.

Il 21 marzo 1890, Venerdì Santo, a Vigata, secondo tradizione, si mette in scena il “Mortorio“, ossia la Passione di Cristo. E’ un’opera teatrale del cavalier D’Orioles, nella quale il ragionier Antonio Patò, specchiato impiegato della banca locale, filiale della Banca di Trinacria, si assume, già da qualche anno, la poco simpatica parte di Giuda.

Venerdì 7 luglio, l’appuntamento sarà con il nuovo format de La Cena con Delitto, che si rinnova, l’interazione cresce, il mistero s’infittisce. In un teatro di fine ottocento durante lo spettacolo, avviene un omicidio. Qualcuno sarà ucciso proprio mentre il pubblico presente è seduto in platea.

La seconda settimana di programmazione si chiuderà sabato 8 luglio (repliche fino a lunedì 10), con la rappresentazione Smith & Wesson di Alessandro Baricco, con Paolo Cresta, Marianita Carfora, Antonello Cossia. Un testo teatrale fulminante, divertente e commovente, che si snoda attraverso una storia di sfide, sogni impossibili, coraggio e rimpianto. Smith & Wesson sono due perdenti truffatori, che si riscattano in una giovane giornalista e nella forza dei suoi sogni.